DANZABILITY

Danzability presenta “Fuori dalla porta”: danzare oltre la disabilità

A Reggio Emilia va in scena lo spettacolo “Fuori dalla Porta”, il progetto d’integrazione di Danzabilty.
Oltre a portare avanti iniziative di teatro e danza assieme all’Associazione Cinqueminuti”, la compagnia Danzability è impegnata da diversi anni anche nella realizzazione di progetti di integrazione tra ragazzi/e abili e non.

Danzability: una nuova comunicazione espressiva.

Dal 2003 a Reggio Emilia c’è un gruppo multidisciplinare di professionisti quali artisti, insegnanti e operatori sociali che credono nel potere delle arti come strumenti per favorire percorsi di visione, partecipazione e formazione relativi alle tematiche dell’inclusione ed abbattimento delle differenze.
Il progetto promosso da questo gruppo si chiama Danzability e si pone il fine di realizzare una esperienza creativa a promozione dell’integrazione ed interazione delle persone diversamente abili attraverso le arti performative ed in particolare la danza in quanto linguaggio universale.

Cosa vediamo quando usciamo o cosa immaginiamo di vedere: che città ci aspetta?

La regista Mirella Gazzotti scrive di questo evento:
Tanto, tanto tempo fa gli uomini avevano idee strane, idee cresciute e radicate dalle loro non conoscenze scientifiche, sociali… umane.
Da quando abbiamo scoperto che la terra non è al centro dell’universo tutto è cambiato! Abbiamo alzato lo sguardo verso un orizzonte non definito, dove non esistono certezze, dove tutto si muove velocemente…
I muri cadono, alcuni con forte fragore, altri silenziosi modificando le fondamenta del nostro sapere.
Oggi la comunicazione facilitata alfabetica ci sorprende, delinea chiaramente i nostri limiti. Chissà se Rosemary si rendeva conto negli anni ’80 che stava per abbattere uno dei muri più alti, difficile da valicare.
Un muro che definiva l’intelligenza dell’uomo: i più dotati a destra, gli altri a sinistra: o viceversa se volete.
E aggiunge inoltre:
La tecnica consente a persone affette da varie patologie di poter comunicare, di poter scrivere parole, idee, sogni. Ma noi, uomini dalle solide certezze, siamo capaci di accettare capacità intellettive molto più sviluppate rispetto a quello stimato finora dai test di valutazione applicati.
Quei test sono vecchi e obsoleti come l’antica certezza di essere centro di un universo in espansione.
Oggi verremo presi per mano e, tramite parole scritte mai espresse verbalmente, cammineremo fuori dalla porta dei nostri limiti alla scoperta dei nuovi paesaggi.

Il 29 Novembre torna in scena la compagnia Danzability con la nuova produzione “Fuori dalla Porta”.

danzability anteprima let's dance

Anteprima “Fuori dalla Porta” – Let’s Dance Reggio Emilia

I testi teatrali di quest’anno sono stati scritti dai ragazzi di Indomiti. Questi giovani utilizzano la comunicazione facilitata alfabetica (la scrittura) per raccontarsi, scrivere poesie, utilizzare la parte più creativa di sé. Tra loro ci sono anche tre ragazze che oltre ad aver scritto i testi sono anche danzatrici nello spettacolo.

Indomiti è un progetto editoriale nato all’interno dell’Associazione Onlus Il Giardino del Baobab di Reggio Emilia.
L’associazione si occupa di diffondere la Comunicazione Facilitata Alfabetica – Tecnica Alternativa del Linguaggio®.
Praticamente grazie ad essa i ragazzi con disabilità possono permettersi di  uscire dal silenzio ed esprimersi attraverso la scrittura.

Al centro del progetto Indomiti dunque gli autori sono i ragazzi disabili, che con la loro voce vogliono proporre un’alternativa, un linguaggio che scardina le normali connessioni logiche. In qualche modo questi giovani protagonisti vogliono diffondere un pensiero differente che valorizza l’unicità:

“ognuno ha la sua verità, è questione di angolazione”.

Danzability prosegue nella realizzazione della fase conclusiva del progetto, proponendo al pubblico un momento di coinvolgimento e di sensibilizzazione.

L’appuntamento da non perdere è il 29 Novembre 2017 alla Fonderia 39 – Aterballetto di Reggio Emilia. Naturalmente il tema è “fuori dalla porta”,  intorno a noi esistono muri visibili e invisibili che limitano la nostra libertà e la sicurezza nelle nostre scelte.

Fuori dalle nostra mura di casa, dalla nostra zona comfort ci sono elementi di forte impatto emotivo: il traffico, la separatezza dall’altro, le  immagini stereotipate che di conseguenza influiscono sui nostri comportamenti e, non ultimo, la necessita di essere sempre i primi per essere accettati dal gruppo.

Tutto ciò dunque  influisce sui nostri comportamenti al punto che “fuori” siamo diversi, ci nascondiamo dietro ai comportamenti sociali per non far trapelare mai nulla del nostro vero sé.

Nella terza fase di studio si  indaga quindi sullo spazio che ognuno di noi sente di occupare all’interno di una comunità e nel proprio territorio, individuandone la specificità e cercando di definirne i contorni.

Imparare a camminare ti rende libero. Imparare a danzare ti dà la libertà più grande di tutte: esprimere con tutto il tuo essere la persona che sei.
(Melissa Hayden)
danzability locandina

Un progetto di Let’s Dance, Cinqueminuti, Piccolo Principe, Comitato Famiglie Danzability, Il giardino del Baobab.
Con il contributo di Regione Emilia Romagna, Fondazione per lo Sport Reggio Emilia, Comune di Reggio Emilia.
In collaborazione con Farmacie Comunali Riunite e Comune di Cadelbosco Sopra.
Danzability è partner di Reggio Emilia Città Senza Barriere.

Le date 2017:

FONDERIA 39 – Aterballetto, Via della Costituzione 39 RE
29.11.2017, ore 19.00 preserale aperto al pubblico
30.11.2017, ore 11.00 riservato scuole
30.11.2017, ore 16.30 riservato società sportive.

L’ALTRO TEATRO – Galleria G. Carretti, 2/a- Cadelbosco Sopra RE
5.12.2017, ore 11.00 riservato scuole.


info e prenotazioni per le date a Reggio Emilia:
info@letsdance.it | 0522 516801

info e prenotazioni per la data a Cadelbosco Sopra:
biglietteria@laltroteatro.com | 0522 392137

The following two tabs change content below.
Tecnica della comunicazione d'impresa esperta in digital marketing. Web Content Editor, Social Media Manager e Blogger Fondatrice di "The Diversity Net"
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *